Rivestimento acustico per parete curva in feltro colorato

Il nostro sguardo negli ultimi tempi si è abituato alle linee morbide e alle forme libere delle architetture contemporanee, che possiedono un aspetto, per così dire, rassicurante. Ciò ovviamente non si verifica solo a livello urbano, ma è evidente anche all’interno delle nostre case, dei luoghi di lavoro, degli spazi espositivi temporanei e permanenti, degli ambienti pubblici.

Le classiche pareti ad angolo retto hanno lasciato il posto alle sinuose pareti curve, concave o convesse che sia, aprendo nuovi quesiti a livello progettuale.
Tra questi, infatti, ci si domanda: quali sono i rivestimenti acustici per pareti curve e come isolare una parete curva dal punto di vista acustico?

La risposta va ricercata nella disponibilità dei nuovi materiali e prodotti nati per assolvere la funzione di assorbitori acustici, e nei numerosi sviluppi ottenuti dalla ricerca proprio nel campo dell’acustica in generale.

In seguito ad una crescente sensibilità verso i temi legati alla sostenibilità ambientale e, quindi, al riciclo dei materiali in prodotti finiti, anche la sperimentazione in ambito acustico ha cavalcato questa nuova onda ottenendo ottimi risultati in tal senso, e indirizzando la produzione sempre più verso il rispetto dell’ambiente.

Molte aziende del settore si sono adoperate per far ciò, introducendo sul mercato materiali naturali e/o riciclati capaci di offrire alte prestazioni e un notevole potere fonoassorbente.

Rivestimento acustico per parete curva in feltro colorato

L’importanza di non incidere in maniera negativa sulla natura che ci circonda è, oggigiorno, accompagnata dalla necessità di rispondere anche ad esigenze estetiche, dove potersi riconoscere e sentire a proprio agio. Nella progettazione acustica, in particolare degli ambienti interni, è molto importante, quanto difficile combinare l’aspetto tecnico con quello stilistico.

Ci si imbatte spesso in situazioni di non facile risoluzione. Ad esempio isolare una parete curva può risultare arduo, in quanto bisogna trovare dei rivestimenti acustici per pareti curve che siano tanto elastici e performanti dal punto di vista acustico, quanto attraenti e originali dal punto di vista estetico.

L’aumento dei problemi legati al riverbero eccessivo, soprattutto negli ambienti di lavoro moderni, in parte causati da un’organizzazione spaziale aperta e condivisa, ha creato l’urgenza di correggere l’acustica degli ambienti per offrire un buon livello di comfort acustico ai dipendenti, migliorando, di conseguenza, anche le condizioni di lavoro. Diverse sono le possibili soluzioni per ottenere questo risultato, dall’installazione di pannelli acustici a parete o soffitto, al rivestimento murale, fino all’inserimento di elementi divisori fonoisolanti.

Ovviamente ogni progetto è a sé e presenta caratteristiche ed esigenze differenti e va trattato singolarmente.
È il caso, appunto, dell’isolamento acustico di una parete curva dove i requisiti tecnici vanno soddisfatti di pari passo con quelli estetici.

Per rispondere a questa richiesta è necessario utilizzare un rivestimento per pareti curve capace di rivestire le superfici, come una vera e propria seconda pelle, adattandosi perfettamente all’andamento delle pareti e svolgendo al tempo stesso la funzione acustica.

Negli ultimi anni la ricerca ha incentivato le aziende allo sviluppo di nuovi prodotti, partendo da materie prime naturali e non, capaci di risolvere le più svariate richieste progettuali. Sono nati così materiali innovativi, ecosostenibili, leggeri, adattabili a tutte le superfici e dal design unico ed originale.

Fra questi troviamo appunto il feltro di poliestere ecologico riciclato che, sottoforma di rivestimento murale, può adeguarsi perfettamente ad una parete curva, soddisfacendo sia il compito di assorbitore acustico, sia di elemento decorativo.

Infatti, questo materiale è molto versatile nella lavorazione e si può trovare sul mercato in numerose e diverse varianti estetiche con le quali ci si può sbizzarrire. Oltre ad un rivestimento acustico per pareti curve diventa un vero e proprio elemento di design e di arredo che arricchisce lo spazio e ne detta o ne segue lo stile, ancor più quando deve risolvere il caso di isolamento.

Rivestimento acustico per parete curva in feltro colorato

Una delle imprese leader in questo senso è Impact Acoustic, la cui intera collezione ruota attorno al feltro di poliestere riciclato ARCHISONIC che sta alla base di tutti i prodotti.

Impact Acoustic offre innumerevoli soluzioni acustiche adatte a tutti i tipi di parete e soffitto, adempiendo alla funzione di prodotto fonoassorbente e, contemporaneamente, di rivestimento decorativo.

Naturalmente la risposta acustica di questo prodotto cambia in base alle richieste progettuali, ma il più delle volte varia anche sulla base delle richieste di natura estetica, in quanto ci si orienta verso questa tipologia di prodotto quando l’obiettivo è quello di intervenire in maniera efficace su tutti i fronti.

È il caso dell’isolamento di una parete curva, che in funzione della destinazione d’uso dello spazio in cui si trova e delle richieste progettuali, dev’essere trattato in maniera differente.

Questo perché nella progettazione acustica la forma degli ambienti incide notevolmente sulla diffusione del suono.

Risulta di conseguenza fondamentale applicare il corretto metodo progettuale, quindi individuare la funzionalità dell’ambiente, effettuare il rilievo, calcolare le unità assorbenti ed il tempo di riverberazione ottimale.

Solo alla fine di questo iter è possibile scegliere il materiale da utilizzare e proseguire con l’installazione.
Lo studio avanzato e lo sviluppo di nuovi materiali e manufatti fonoassorbenti, ha permesso di alleggerire la definizione di acustica, liberandola da una visione prettamente tecnica, anche grazie alla sempre più evidente e forte combinazione fra acustica e design.

L’isolamento di una parete curva è il caso in cui si può, in maniera evidente, dimostrare quanto finora detto, poiché rappresenta un terreno fertile sul quale utilizzare materiali dall’alto potere fonoisolante e dal design originale e unico.

Questo perché la curvatura, da un lato influisce sul calcolo delle superfici assorbenti, dall’altro permette di evidenziarne la geometria sottolineandone il valore estetico e consentendo di utilizzarla per esaltare lo stile di un ambiente.

In generale la procedura da seguire per correggere l’acustica di una stanza che presenta una parete curva prevede tre passaggi: determinare il valore attuale del Tempo di riverbero, identificare un tempo di riverbero ottimale in base all’uso previsto e, infine, calcolare la quantità e il tipo di materiale fonoassorbente da aggiungere alla parete/i.

Ovviamente per effettuare un’analisi accurata ed ottenere misura precisa del valore attuale del tempo di riverbero è necessario svolgere una misurazione con fonometro “in situ”.

Tuttavia, ci si può avvalere del metodo empirico utilizzando la Formula di Sabine che può essere calcolata da tutti indistintamente e che può essere di notevole aiuto per una prima valutazione acustica.

Si tratta di un metodo empirico che molte volte e, in particolare, nel caso di superfici abbastanza uniformi, da risultati assolutamente affidabili, con un margine di errore vicino allo zero.

Vi riportiamo qui di seguito la Formula di Sabine

TR60 = 0,161 * V/A

V = volume della stanza

A = somma delle aree di assorbimento

L’area di assorbimento di una superficie è determinata moltiplicando il coefficiente di assorbimento di un materiale espresso in Alfa per i metri quadrati del materiale stesso.

Vi rimandiamo al nostro articolo dedicato al tempo di riverbero e alla Formula di Sabine, per chi volesse approfondire l’argomento: Calcolo del tempo di riverbero.

Rivestimento acustico per parete curva in feltro colorato